Collazzone, inaugurata la nuova scuola primaria di Collepepe e stanziati i fondi per la secondaria Taglio con il sindaco Bennicelli e la presidente della Regione Catiuscia Marini

COLLAZZONE – Inaugurata la nuova scuola primaria di Collepepe alla presenza del sindaco del Comune Francesco Bennicelli e della presidente della Regione Catiuscia Marini. Proprio la Marini ha manifestato una grande soddisfazione: “Aggiungiamo – ha detto un nuovo tassello al programma della Regione Umbria per la realizzazione di nuovi edifici scolastici moderni, funzionali e soprattutto più sicuri, affinché  si possa qui, in totale sicurezza, svolgere la fondamentale funzione dell’insegnamento, della conoscenza e della formazione scolastica delle bambine e dei bambini”. La vecchia scuola era andata distrutta con il sisma del 2009. La nuova è stata realizzata grazie ad un considerevole contributo (500 mila euro) messo a disposizione dalla Regione Umbria, a valere sui fondi per la ricostruzione post sisma, resi disponibili dal Dipartimento nazionale della Protezione civile e dallo Stato e dallo stesso Comune di Collazzone. L’investimento complessivo per la realizzazione è stato di oltre 1 milione e 100 mila euro, mentre la Regione Umbria ha garantito risorse per circa 1 milione e 500 mila euro che serviranno per realizzare nello stesso sito anche la nuova scuola secondaria.

“La costruzione di scuole più sicure – ha aggiunto la presidente Marini – o l’adeguamento delle vecchie scuole alle norme per la sicurezza, sia per ciò che riguarda la vulnerabilità sismica che per tutte le altre norme di sicurezza, la loro dotazione di moderne tecnologie, è sempre stata per noi una priorità. Per questo abbiamo sempre voluto mantenere inalterate le risorse per questi interventi, anche di fronte ai tagli effettuati negli anni dai Governi centrali. Grazie a ciò oggi l’Umbria occupa la vetta delle classifiche nazionali per ciò che riguarda la sua dotazione di edifici scolastici sicuri e moderni. E questo – ha concluso la presidente – anche grazie al fatto che, ben prima dello Stato, la Regione Umbria si è dotata di severe e rigide norme per la costruzione delle scuole e degli edifici pubblici in generale”.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>