Foligno, conferenza regionale sul terremoto: ecco l’ordine del giorno

FOLIGNO – A Foligno, presso la sede dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione – Umbria, il 17 ottobre 2018 è stata  indetta dal Presidente Filippo Battoni la Conferenza regionale prevista dall’articolo 16 del  D.L. 189/2016.

All’ordine del giorno l’esame di due progetti relativi all’ordinanza n. 37/2017: le mura urbiche (via Aldo Bologni) del Comune di Montone(soggetto attuatore) e il teatro S. Filippo Neri del Comune di Montefalco(soggetto attuatore). L’ordinanza n. 37/17 fa riferimento all’ “Approvazione del primo programma degli interventi di ricostruzione, riparazione e ripristino delle opere pubbliche nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016”.

La Conferenza regionale esaminerà anche alcuni progetti relativi all’ordinanza n. 4/2016 “Riparazione immediata di edifici e unità immobiliari ad uso abitativo e produttivi danneggiati dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e successivi, temporaneamente inagibili” (pratica di Verucci Arnaldo); all’ordinanza n. 13/2017 “Misure per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione di immobili ad uso produttivo distrutti o danneggiati per la ripresa delle attività economiche e produttive nei territori colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016” (pratiche di Renzini Spa, Cataldi Agostino, Basili Achille) e all’ordinanza n. 19/2017 “Misure per il ripristino con miglioramento sismico e la ricostruzione di immobili ad uso abitativo gravemente danneggiati o distrutti dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016” (pratica di Severini Perla Luigi).

Nel corso della Conferenza regionale, verranno acquisiti i pareri ambientali, paesaggisti, di tutela dei beni culturali o ricompresi in aree dei parchi nazionali o delle aree protette regionali con l’obiettivo di accelerare l’attività di ricostruzione dei territori colpiti dal sisma. Ciascun Ente o Amministrazione convocata alla riunione – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Regione Umbria, USR Umbria, Comuni interessati – sarà rappresentato da un unico soggetto abilitato ad esprimere definitivamente e in modo univoco e vincolante la posizione dell’amministrazione stessa su tutte le decisioni di competenza della Conferenza, anche indicando le modifiche progettuali eventualmente necessarie ai fini dell’assenso.

I soggetti portatori di interessi pubblici o privati, individuali o collettivi e i portatori di interessi diffusi costituiti in associazioni o in comitati che vi abbiano interesse, possono formulare osservazioni scritte, comunicate anche in via telematica, entro il termine di cui all’art. 4 dell’Ordinanza commissariale n. 36 2017, dalla pubblicazione sul sito internet istituzionale dell’USR Umbria, della notizia dell’avvenuta indizione della Conferenza, in relazione alle quali la Conferenza è tenuta a pronunciarsi.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta