“Miglior Compagnia della Tradizione d’Italia” è il Gruppo Sbandieratori e Musici città di Amelia

AMELIA – “Miglior Compagnia della Tradizione d’Italia” è il Gruppo Sbandieratori e Musici città di Amelia che ha conquistato il prestigioso titolo nell’ambito della quinta edizione dellaParata della Tradizione.
La manifestazione, patrocinata dalla Lega italiana sbandieratori, si è svolta ieri proprio ad Amelia, in provincia di Terni, e il Gruppo vincitore si è occupato dell’organizzazione dell’evento, che vantava anche il patrocinio della Regione Umbria e del Comune ospitante.
Altre quattro sono state le compagnie che si sono contese l’ambito scudo ligneo, per un totale di circa duecento atleti in gara: gli Sbandieratori e musici città di Foligno (PG), il Gruppo storico “La Pandolfaccia” di Fano (PS), gli Alfieri e musici della Valmarina di Calenzano (FI) e gli Sbandieratori e musici città di Viterbo.
La compagnia di Amelia ha totalizzato il punteggio più alto nella combinata con un primo posto nella gara di “Rievocando” (secondo si è piazzato il gruppo di Viterbo e terzo quello di Fano) e un secondo in quella di “Corteggio”, dove ha dominato Viterbo e sul terzo gradino del podio è salito di nuovo Fano.
Dopo le vittorie del 2016 e del 2017 nella Parata Storica, questa è la terza affermazione per Amelia in questa manifestazione, la prima col nuovo nome.
“Siamo molto soddisfatti sia della buona riuscita dell’evento – dichiara il presidente Federico Fanelli –  anche se quasi tutto il ‘Rievocando’ si è dovuto svolgere al chiuso, in palestra a causa della pioggia, che, ovviamente, del risultato che ci ha premiati col primo posto proprio in questa specialità a cui dedichiamo molto del nostro impegno negli allenamenti. Ci ha premiato il grande lavoro svolto sugli esercizi coreografici degli sbandieratori e la particolare armonizzazione e sinergia con i musici. Sono contento di come abbiamo lavorato quest’anno; ora guardiamo all’Under 18”.
Compiacimento per il successo della Parata è stato espresso anche da Katia Astesano, presidente della Commissione manifestazione ed eventi LIS, che ha tributato  il merito sia “all’organizzazione della Compagnia di Amelia che alla presenza di una giuria di qualità, oltre che all’evento stesso, che ha dato modo di  rappresentare in piazza il vero carattere di ogni compagnia che ha partecipato alla manifestazione”.
La giuria era presieduta da Giovanni Martinelli, socio fondatore della LIS in qualità di presidente della Contesa del Secchio Gruppo Sbandieratori di Sant’Elpidio a Mare (AP), e composta dagli esperti esterni: Emanuele Borinato, primo Referente dell’Ordine Istruttori musici, appartenuto alla Compagnia di Palmanova (UD); Silvio Ferrari, rullante plurimedagliato, e Roberto Pastrone, primo Maestro di bandiera, entrambi della Compagnia “J Amis d’la Pera” di Asti; il veterano Dino Ponziani degli Sbandieratori e musici di Gallicano; Mauro Tamburini, componente del Gruppo Musici Contrada Santa Croce di Nepi (VT) e Andrea Pipponzi, membro attivo del Gruppo Alfieri e Musici Storici di Servigliano (FM).
Sono stati valutati la spettacolarità degli esercizi, la qualità della coreografia nella piazza e dell’impatto scenico, e il “Corteggio”, in cui sono stati esaminati la coreografia di gruppo durante la sfilata, la compostezza, l’eleganza e il portamento della squadra.
Due gli appuntamenti della Lega italiana sbandieratori in calendario nelle prossime settimane: il raduno della Nazionale italiana sbandieratori e musici fissato nei giorni 11 e 12 maggio a Corinaldo, in provincia di Ancona, che vedrà insieme i settantasette atleti che compongono la nuova rosa azzurra selezionata pochi giorni fa, e poi l’VIII Parata Nazionale Under 18 che quest’anno si svolgerà a Pesaro nei giorni 31 maggio e 1 e 2 giugno, a cui prenderanno parte decine di compagnie e alcune centinaia di giovani provenienti da diverse regioni italiane.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail