Omicidio Fontivegge, Romizi chiede la polizia e spera nell’Esercito

PERUGIA – La soluzione che ha posto sul “Tavolo della sicurezza” convocato dalla Prefettura è il presidio di polizia. Il sindaco Andrea Romizi ha respinto le accuse dell’opposizione ed è andato alla carica e ha ricordato le 1.500 firme dei cittadini raccolte, non dimenticando neanche quella che per Palazzo dei Priori era un’opzione: l’arrivo dell’Esercito, anche attraverso il piano “Strade sicure”. Ovviamente al tavolo della sicurezza si è parlato del Bando periferie e delle risorse che avrebbe messo a disposizione. Una bella occasione persa.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>