Perugia, vie dedicate a Sordi, Troisi e Luisa Spagnoli: ecco il lavoro della Commissione toponomastica Rivoluzione presentata dall'assessore Waguè che sottolinea l'atteggiamento costruttivo

PERUGIA – Vie dedicate a Sordi, Troisi, Manfredi e Gaber. Tante le novità in arrivo con la presentazione dei lavori della Commissione Toponomastica presieduta dall’assessore Waguè. Della commissione fanno parte, oltre a Presidente e Vicepresidente Camicia, i consiglieri comunali Diego Mencaroni, Michele Pietrelli, Franco Ivan Nucciarelli, Claudia Luciani, il dirigente del settore, il dott. Ugo Maria Bonifacio, insieme ai tecnici dell’ufficio, Nadia Lupi e Massimo Crociani e i rappresentanti delle associazioni storiche culturali, Fedora Boco, Rita Chiacchella, Doretta Canosci e Letizia Magnini e Mario Tosti.

Da Wagué un ringraziamento a tutti i membri della Commissione per il prezioso contributo apportato “e per aver reso il lavoro della stessa ricco di valore per la città. Il nostro obiettivo è quello di dare attuazione alla denominazione delle vie in tempi più brevi e con meno disagi per i perugini, oltre a voler dare un’identità specifica alle diverse aree cittadine, dedicandone le vie a temi specifici e ben individuabili”. Apprezzamento al dibattito costruttivo e al lavoro anche da parte del consigliere Mencaroni. “Riunendoci cinque volte in quattro mesi – ha detto il vicepresidente Camicia –  abbiamo potuto rinominare vie che aspettavano un nuova denominazione da anni. Inoltre, tanto per fare qualche esempio, nell’intitolare la via di Ponte Pattoli a Giovanni Proietti Bertolini abbiamo voluto ricordare, attraverso lui, tutti coloro che sono stati deportati a causa della guerra. Allo stesso modo, con la denominazione di via Nicola Coniglio a Ramazzano abbiamo inteso rendere omaggio a tutti coloro che hanno perso la vita nel corso della propria attività o a causa di essa. Anche stamattina, su mia proposta, siamo stati tutti concordi nell’intitolare a Luisa Spagnoli, donna e imprenditrice che ha fatto la storia della nostra città, una rotonda proprio davanti alla Perugina”.

Ecco l’ultima tranche del lavoro presentato:

Zona Balanzano – 13 aree di circolazione intitolate a:

– Alberto Sordi

– Massimo Troisi

– Antonio De Curtis, in arte Totò

– Nino Manfredi

– Eduardo de Filippo

– Giorgio Gaber

– Anna Magnani

– Gabriella Ferri,

– Gilberto Govi

– Rino Palmieri

– Francesco Stangolini

– Antonio Severi

– Francesco Maria Frollieri

Tutti personaggi –artisti, letterati, studiosi- che, a vario titolo, con la loro arte e il loro lavoro hanno valorizzato e trasmesso la ricchezza dialettale italiana e perugina in particolare.

Casa del Diavolo – 6 aree di circolazione intitolate a:

– Martiri di Penetola

– Eccidio di Pian de Brusci

– Meltini

– Martiri di Scheggia

– Collecroce

– Morro reatino

A ricordare altrettanti episodi, in varie zone dell’Umbria, in cui la ferocia nazifascista fi rivolta contro cittadini inermi.

Zona Polo ospedaliero Santa Maria della Misericordia

Intitolazione di una rotatoria a Ruggero Rossi, a cui, peraltro, nell’area di Monteluce sarà dedicata una targa ricordo.

Zona Centova

Intitolazione di una rotatoria al Genocidio degli Armeni

Altre due rotatorie sono state intitolate a Luisa Spagnoli, nei pressi della Perugina a San Sisto e ai Donatori di Sangue, nei pressi dell’Ospedale.

Queste nuove denominazioni si vanno ad aggiungere a quelle già approvate dalla Giunta lo scorso 2 dicembre. Adesso, per tutte, si dovrà attendere, da parte della Prefettura – Ufficio territoriale del Governo di Perugia, la prescritta autorizzazione

Queste le denominazioni già approvate:

Zona Ponte Pattoli

1)un tratto di strada Ponte Pattoli-Ponte Resina diventa “via Giovanni Proietti Bertolini” (1917-1999);

2) un tratto di strada Ponte Pattoli-Ponte Resina diventa “via Josemarìa Escrivà” (1902-1975).

Zona Ramazzano ed aree limitrofe

1) un tratto di strada Tiberina nord diventa “strada Podere Volpe”;

2) un tratto di strada dei Palazzi diventa via della Nocetta;

3) un tratto di strada dei Palazzi diventa strada del Rosciolo;

4) ) un tratto di strada dei Palazzi diventa via del Bottacciolo;

5) un tratto di strada dei Palazzi diventa via Monte Fedele;

6) il tratto di strada Tiberina nord fino a via Monte Fedele diventa via San Liborio;

7) un tratto di strada Tiberina nord diventa via Nicola Coniglio (1969-2005).

Zona Monte Scosso

1) il tratto di strada Tiberina nord fino a strada di Montalcino diventa via Don Luigi Giussani (1922-2005);

2) un tratto di strada Tiberina nord diviene strada di Monte Scosso, un altro si trasforma in strada Casa Pasqua e un altro ancora in strada del Casalino;

3) il tratto di strada Tiberina nord fino a strada di Monte Scosso si trasforma in strada Podere Rotondo;

Zona Colle Umberto

1) un tratto di strada Cenerente-Colle Umberto diventa via Teti;

2) un tratto di strada Cenerente-Colle Umberto fino a via Fontana dell’Airone diventa via Romeyne Robert Ranieri (1878-1951);

3) un tratto di strada Cenerente-Colle Umberto si trasforma in via Cairnina;

4) un tratto di strada Cenerente-Colle Umberto fino a strada Case Nuove diventa via Fontana dell’Airone;

5) un tratto di via Bagno del Cardinale prende la denominazione di via della Limonaia;

6) un tratto di strada Colle Umberto primo-Ponte Nese diventa via Fulvio della Corgna (1517-1583);

7) un tratto di strada di Compresso si chiamerà via Giuditta Brozzetti (1877-1975);

8) un tratto di strada di Compresso assume la denominazione di via Caio Rufio (I secolo A.C.);

9) il tratto di strada del Tegolaro fino a strada di Compresso diviene via delle Neviere;

10) un tratto di strada del Compresso prende il nome di via Paul Riedel (1919-1944).

E) zona Fosso dell’Infernaccio

Viene prolungata la denominazione “strada Fosso dell’Infernaccio” fino a via Mentana.

F) Zona Collestrada

1) Un tratto di strada Centrale Umbra diventa piazza Don Ugo Scappini (1933-2005).

2) un altro tratto di strada Centrale Umbra si chiamerà Ragazzi del 99.

G) zona Centro Storico

Lungo viale Indipendenza vengono intitolati a Rosa e Cecilia Caselli Moretti (1896-1989 e 1905-1996) i giardini.

H) Zona Polo unico ospedaliero

Lungo viale Vittorio Tracanelli la rotatoria ed eventuale scultura saranno intitolate a San Giuseppe Moscati (1880-1927).

Per quest’ultimo provvedimento, è stato espresso parere favorevole alla posa in opera della scultura dedicata a San Giuseppe Moscati. Ciò ove dovesse arrivare specifica richiesta in tal senso da parte di terzi, associazioni o ordini professionali, senza aggravio di spese per l’Amministrazione comunale.

Con il provvedimento adottato, infine, la Giunta ha stabilito formalmente di riordinare la numerazione civica nell’intero tracciato originario di strada Ponte Pattoli-Ponte Resina, dall’intersezione tra via Giovanni Amendola e via Benedetto Croce fino a strada Tiberina Nord.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>