lunedì 23 ottobre 2017 - aggiornato alle ore 02:25        

Vus, 4 sindaci replicano al Comune di Spoleto: “Basta polemiche, maggiore differenziata con aumenti tariffe” Sant’Anatolia di Narco, Foligno, Trevi e Spello prendono posizione

Vus Foligno

Da una parte il primo cittadino di Spoleto, che solleva criticità sulla gestione della Vus nonostante il milione di euro di utili. Dall’altra i sindaci di Sant’Anatolia di Narco, Foligno, Trevi e Spello che prendono posizione e replicano.
“Rispetto alle polemiche sulla situazione della Vus abbiamo evitato, fino a questo momento, di intervenire in attesa della riunione del controllo analogo dello scorso 6 settembre in cui si è ragionato per giungere a determinate conclusioni ma ora è il caso di fare doverose precisazioni”: dicono in una nota congiunta il presidente del controllo analogo della Vus, Tullio Fibraroli (sindaco di Sant’Anatolia di Narco), Nando Mismetti, (sindaco di Foligno), Bernardino Sperandio (sindaco di Trevi), Moreno Landrini (sindaco di Spello).
“Nel corso della riunione del controllo analogo della Vus – è detto nella nota – abbiamo ricevuto spiegazioni sulle problematiche sollevate ed è stato chiesto al presidente Maurizio Salari di continuare ad approfondire le diverse questioni. E’ emerso con chiarezza che non ci sono problemi per la società. Per quanto riguarda l’organizzazione era già stato dato parere favorevole alla richiesta del Cda per andare avanti. Sul tema della distribuzione degli utili, è il caso di dire che il Comune di Spoleto, per sue esigenze, ha sempre chiesto la distribuzione ai soci degli utili. Sulla raccolta differenziata, visto che, per legge, la tariffa è pari al costo del servizio, per incrementarla, occorre alzare la stessa tariffa.
In questo caso, il Comune di Spoleto, come hanno già fatto altri Comuni, può comportarsi di conseguenza. Per il direttore generale è stato data la disponibilità per la sua individuazione anche se la società potrebbe andar bene anche così. Riconfermiamo la fiducia al presidente Salari che, grazie all’impegno di tutto il personale, ha gestito al meglio la società. Si spera quindi che anche il Comune di Spoleto prenda atto di ciò, senza alimentare ulteriori polemiche che non rappresentano la reale e fattiva collaborazione che sempre c’è stata tra tutti i Comuni soci della Vus. Si auspica quindi che possa continuare anche per il futuro, per il bene comune di tutti i nostri cittadini”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta