Terni area di crisi complessa, processo bloccato. Confartigianato: “Siamo preoccupati” L'associazione auspica novità e accelerazioni

TERNI – Troppe incertezze sul “Progetto di riconversione e riqualificazione industriale relativo all’Area di crisi complessa Terni – Narni” e Confartigianato esprime profonda preoccupazione.

“Di fronte al persistere della crisi– afferma il Direttore di Confartigianato – Imprese Terni Michele Medori-  all’urgente necessità per il nostro Territorio di non perdere il treno del rilancio economico, già evidente nelle regioni del Nord Italia, e alla condivisa enfasi posta a suo tempo dalla Regione Umbria sulla cantierabilità dei progetti sollecitati nella forma di manifestazione di interesse, appare  imprescindibile che la procedura in atto segua un iter partecipato, certo e sufficientemente rapido, al fine di rispondere positivamente alle esigenze dell’economia del territorio e garantire il successo stesso del programma.”

Dopo l’avvio nel 2016 e la raccolta delle manifestazioni d’interesse del Luglio 2017, essere giunti ormai al 2018 senza passi in avanti della procedura, costituisce per Confartigianato Imprese Terni un elemento di allarme e un motivo per richiamare tutti a tenere alta la guardia.
 

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta