Angelana, i Giovanissimi ricevono l’Urbetevere

 

ASSISI – “Lotteremo fino all’ultimo respiro per regalarci quello che ai nostri occhi appare come un bellissimo sogno”. Pierpaolo Anelli è di poche parole, ma stavolta ne bastano veramente una manciata per esprimere quel che gli passa in mente. Perché l’Angelana è a una vittoria, o se preferite a un pari, dall’accesso alla Final Six Scudetto del campionato Giovanissimi/Under 15. Le basterà appunto non perdere domenica mattina (ore 10,30) quando al “Migaghelli” riceverà l’Urbetevere, formazione laziale che nell’altra sfida del girone ha superato per 2-0 il Montemilone Pollenza, agganciando l’Angelana in vetta alla classifica ma vedendosi costretta ora a vincere a Santa Maria per proseguire la propria corsa (a parità di punti entra in gioco la differenza reti: essendo pari quella generale, i giallorossi sono in vantaggio per aver segnato più gol dei loro rivali, avendo vinto per 3-1 a Pollenza). “Non credo esista un modo per preparare una partita pensando al pari”, riprende Anelli, consapevole delle difficoltà che attendono i suoi ragazzi. “L’Urbetevere è uno dei settori giovanili più importanti d’Italia e giusto un paio di anni fa arrivò in finale proprio nel campionato Giovanissimi. Sappiamo perfettamente che ci attende una gara molto complicata, e credo anzi che da parte nostra servirà la partita perfetta per riuscire a qualificarci per la fase finale. Non potremo certo cullarci sul fatto di avere due risultati su tre: la nostra identità non deve mai venir meno, e quando parlo di identità mi riferisco a un tipo di gioco propositivo e mai rinunciatario”. Traccia un paragone calzante, il tecnico giallorosso, ricordando quanto fatto nel corso della stagione: “Andammo a giocare una partita più o meno simile a Foligno a metà marzo, consapevoli che anche un pari ci sarebbe tornato utile. Eppure giocammo alla grande, riuscendo a far valere le nostre qualità e conquistando una vittoria bella e fondamentale. È un esempio che ho portato ai ragazzi per far capire loro come dovranno affrontare questo impegno”.

STANCHI MA DETERMINATI I tornei di fine stagione hanno sottratto qualche energia preziosa, ma Anelli ha comunque tutta la rosa a sua disposizione. “La verità è che siamo a giugno inoltrato ed è normale che qualcuno possa essere un po’ affaticato, ma tutti i ragazzi hanno una voglia matta di proseguire questo percorso. Partite come queste necessitano di poche presentazioni: ci giochiamo tanto e sarebbe qualcosa di unico e irripetibile riuscire ad entrare tra le prime 6 a livello nazionale. Non ci difenderemo, non è nelle corde di questa squadra giocare per non prenderle, per cui mi aspetto la solita Angelana decisa e determinata”.

REGOLAMENTO La fase nazionale per l’assegnazione dello scudetto Giovanissimi/Under 15 prevede 6 gironi da tre squadre ciascuno, con la formula del triangolare con gare di sola andata. L’Angelana ha vinto la prima gara del proprio girone per 3-1 sul campo del Montemilone Pollenza, che nella seconda gara è stato sconfitto in casa dell’Urbetevere per 2-0. Per questo l’Angelana nell’ultima sfida del girone ha la possibilità di qualificarsi anche con un pari, in quanto essendo in parità la differenza reti (+2 sia per i giallorossi che per i laziali) si prende in esame il secondo requisito, vale a dire il maggior numero di reti segnate (3 l’Angelana, 2 l’Urbetevere). La Final Six che assegnerà lo scudetto è in programma dal 23 al 29 giugno in Emilia-Romagna (sedi da definire).

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail