mercoledì 20 settembre 2017 - aggiornato alle ore 13:07        

Minirugby, cospicua partecipazione al “Città di Perugia”

Torneo Minirugby

Saranno circa 2000 i ragazzi che domenica 21 maggio daranno vita alla nona edizione del Torneo di Minirugby “Città di Perugia”, la manifestazione organizzata dal Rugby Perugia Junior che, per un giorno, trasforma il percorso verde di Perugia in una vera a propria “Rugby City”. Location invariata rispetto agli anni scorsi con tutte le aree sportive e gli spazi di Pian di Massiano coinvolti, in una zona che si estende dal prato di via dell’Ingegneria fino all’Antistadio “Curi”, con l’appendice cittadina allo stadio del Santa Giuliana. Anche quest’anno nuovi club d’Italia si sono aggiunti e tanti altri fanno puntuale ritorno rinnovando la loro presenza con le squadre, gli educatori, i volontari del club perugino e le comitive familiari che allietano e colorano la festa. Il torneo, tra i più grandi del centro Italia (almeno per quanto riguarda le manifestazioni di squadra che si svolgono nell’arco di un’unica giornata), è un evento in grado di riunire complessivamente circa 7000 persone.

Ai giocatori e al pubblico si uniscono gli amici della Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald che, fin dalla seconda edizione della manifestazione, hanno sostenuto l’evento come partner etico.

I partecipanti, suddivisi in 5 categorie dai 5 ai 14 anni, giocheranno per la conquista dei diversi premi in palio: Trofeo Città di Perugia di categoria; Trofeo Assoluto al miglior club nella classifica generale; Trofeo “Fabio Anti”, intitolato alla memoria di un giocatore e dirigente del Perugia prematuramente scomparso nel dicembre 2008, che andrà al giocatore che, nel corso delle finali, si sarà distinto in coraggio, determinazione e leale spirito di combattimento; Trofeo “Rugby Social Club”, alla società partecipante che avrà ottenuto il maggior numero di voti nella votazione on-line sul profilo Facebook del torneo; Trofeo “Fondazione Ronald”, al club che meglio avrà interpretato lo spirito del rugby, il fair-play e la correttezza sportiva in ogni sua componente nel corso della manifestazione. Un premio molto sentito dall’associazione, operativa in Italia dal 1999. Un simbolo del forte commitment che si deve impiegare non solo nello sport, ma anche nella vita, come i piccoli pazienti e le loro famiglie ai quali Fondazione da sostegno quotidianamente attraverso 4 Case Ronald e 2 Family Room ubicate nelle adiacenze di strutture ospedaliere italiane d’eccellenza o direttamente al loro interno.

Il torneo ha il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Perugia, del Coni Umbria, della Federazione Italiana Rugby. Appuntamento dalle ore 9 per il fischio di inizio di una giornata dove cuore e divertimento giocheranno insieme; le finali si terranno dalle ore 15.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta