Gubbio Scienza, l’assessore Chianella: “Progetto importante, che la Regione si impegna a promuovere”

GUBBIO – “Un progetto importante e davvero interessante per il quale c’è l’impegno della Regione a promuovere dei tavoli di confronto per dargli delle gambe robuste e per intercettare fondi europei”: è quanto ha dichiarato l’assessore regionale ai lavori pubblici, Giuseppe Chianella, intervenendo alla cerimonia di apertura di Gubbio Scienze 2017.

“I territori – ha detto Chianella – devono lavorare con le loro gambe per affrontare questa fase storica così delicata e il sistema Italia ha bisogno proprio di progetti similari. L’ approvvigionamento energetico è esattamente il problema che l’Italia sta cercando di affrontare e rappresenta un ottimo settore sul quale puntare per ridare fiducia ai nostri giovani, in cerca di lavoro. Fondamentale poi sono senza dubbio le infrastrutture che, come per Gubbio, permettono di uscire da un certo isolamento per costruire ruoli baricentrici. Il termine della Quadrilatero entro il 2018 sarà un grosso passo in avanti”.
Insieme all’assessore Chianella – riferisce la Regione -, alla cerimonia di apertura erano presenti il sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, Luca Gammaitoni coordinatore del progetto e direttore del laboratorio Nips, il vicedirettore del dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia Daniele Fioretto e Carlo Colaiacovo per la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Gubbio Scienza 2017 è un evento di divulgazione scientifica pensato per studenti universitari, ricercatori, scienziati, appassionati, adulti e bambini e dedicato al tema delle micro e nano energie. Un evento estivo – hanno sottolineato gli organizzatori – che vuole, in realtà, attivare un Polo Scientifico in sinergia con l’Università degli Studi di Perugia, l’Università per Stranieri e gli Atenei di Ancona, Camerino ed Urbino. Un Polo scientifico vocato alle micro e nano energie per l’uso domestico e l’alimentazione di dispositivi elettronici portabili; un punto di riferimento internazionale nel settore delle nuove energie, con sede nel territorio di Gubbio, territorio baricentrico tra Umbria e Marche.

Gubbio Scienza, fino al 9 luglio, prevede una conferenza internazionale, 11 lezioni in inglese per dottorandi di tutto il mondo iscritti alla summer school, un workshop per le imprese umbre e marchigiane, 10 caffè scientifici, 6 Exhibit interattivi, 18 laboratori per bambini e ragazzi. Gli studenti italiani e stranieri che frequentano la Nips Summer School sono chiamati a testare un badge unico al mondo sviluppato in Umbria da Wisepower, spin off del dipartimento di Fisica di Perugia: un Badge all’avanguardia, attivato esclusivamente da energia solare e cinetica, sviluppato per la società statunitense Abts convention.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>