lunedì 25 settembre 2017 - aggiornato alle ore 15:35        

“Ho un’ape in testa”. L’Umbria celebra il valore dell’apicoltura

ape in testa

PERUGIA – Fiere, mercati, incontri, degustazioni e momenti dimostrativi dedicati alle api e al miele. Dal 22 maggio e fino ai primi di giugno l’Umbria mette al centro le api, la salvaguardia del territorio e della biodiversità. Un’iniziativa organizzata da FELCOS Umbria, Apau (Associazione di produttori apistici dell’Umbria), APIMED (Federazione degli Apicoltori del Mediterraneo) e ANCI Umbria all’interno della Campagna CooBEEration e che si svolge in concomitanza alla Giornata Mondiale della Biodiversità, prevista per il 22 maggio. Il CooBEEration Day, questo il titolo comune ai diversi eventi, mira attraverso una serie di azioni coordinate a promuovere la funzione dell’ape per la tutela del patrimonio ambientale, partendo proprio dal ruolo centrale che gli enti locali hanno nella valorizzazione del territorio.

La forza dell’azione risiederà proprio nella sua organizzazione congiunta: un coro di voci che all’unisono dichiarerà il proprio impegno per sostenere l’apicoltura come strumento di difesa della biodiversità e di valorizzazione dei nostri territori. In programma anche una campagna su facebook con lo slogan L’apicoltura è un bene comune! Cambiamo la nostra immagine di profilo per il #coobeerationday con una serie di versioni dell’ape Anna (la mascotte dell’inziativa) disponibili al sito www.coobeerationcampaign.org/ape-anna.

I Comuni di Perugia, Assisi, Foligno, Valfabbrica, Panicale, Paciano, Parrano e Gualdo Cattaneo sono i luoghi dove si svolgeranno in Umbria le iniziative. A livello internazionale sono coinvolte anche alcune municipalità in Tunisia, Algeria, Marocco, Palestina e Libano.

Accanto ai mercati e alle degustazioni di miele, numerosissimi i laboratori didattici con le scuole per far conoscere agli studenti la vita delle api e sensibilizzarli sulla loro importanza per l’uomo e per l’ambiente. Non mancheranno anche momenti di approfondimento scientifico con incontri e dibattiti con un focus su varie tematiche, quali i rischi e i pericoli che minacciano le api, utilizzo dei pesticidi in agricoltura e conseguenze per la salute umana e delle api.

Si tratta di un’iniziativa di sensibilizzazione e informazione che mira a modificare la percezione dell’apicoltura nell’opinione pubblica, nelle istituzioni locali, nazionali ed internazionali, negli agricoltori e negli apicoltori stessi: da una concezione di semplice attività generatrice di reddito ad una visione ben più ampia e strategica dell’apicoltura come bene comune globale, indispensabile per la tutela della biodiversità e per il benessere umano.

Il CooBEEration Day, e in generale la Campagna CooBEEration, rientra nel più ampio progetto, finanziato dall’Unione Europea, Mediterranean CooBEEration: una rete per l’apicoltura, la sicurezza alimentare e la biodiversità.

Un percorso cominciato 8 anni fa a Foligno, promosso da FELCOS Umbria (Fondo di Enti Locali per la Cooperazione Decentrata e lo Sviluppo Umano Sostenibile) e APAU con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Foligno, della Regione dell’Umbria e dell’Iniziativa ART di UNDP (Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta