sabato 23 settembre 2017 - aggiornato alle ore 05:49        

Monte Castello di Vibio, Ricci (Rp) chiede sostegni per il teatro più piccolo del mondo

Teatro_della_Concordia_Monte_Castello_di_Vibio

MONTE CASTELLO DI VIBIO – “Il teatro della Concordia in Monte Castello di Vibio ha assunto, successivamente agli interventi di consolidamento e restauro, un sempre maggiore rilievo socio culturale e unicità anche nel quadro dell’attrazione di flussi turistici per tutta la regione Umbria”. Così il consigliere regionale Claudio Ricci (Ricci presidente) sottolineando che “il Comune di Monte Castello di Vibio, pur svolgendo un ottimo lavoro di valorizzazione, unitamente alle associazioni socio culturali, necessiterebbe di risorse certe annuali per svolgere una gestione tesa a trasformare il teatro in polo attrattivo regionale”.

Attraverso una mozione Ricci chiede alla Giunta regionale di “promuovere un accordo di programma, fra Regione, Comune e soggetti coinvolti nella gestione, per definire un ‘piano di marketing operativo e valorizzazione socio culturale’ del teatro della Concordia con la finalità, considerata la sua unicità culturale, anche in un rilievo internazionale, di potenziarlo come polo attrattivo per l’Umbria”.

Ricci chiede anche di “inserire il teatro della Concordia fra i beni culturali riconosciuti, come punti di eccellenza del patrimonio culturale umbro, e con questa definizione venga citato e inserito negli affini testi unici legislativi regionali, tenendone conto anche nei fondi strutturali dell’Unione Europea, affinché per la gestione – conclude – si possa determinare una risorsa annuale certa, compatibile con la strumentazione finanziaria regionale”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta