Inchiesta Gesenu, chiuse le indagini dopo sei mesi: in dodici a giudizio con l’accusa di associazione per delinquere Trentadue pagine di ordinanza di conclusione delle indagini della Pm Manuali

PERUGIA  – A poco più di sei mesi dallo scandalo sulla gestione dei rifiuti che ha travolto la Gesenu, è arrivato l’avviso di conclusione delle indagini. Il sostituto procuratore Valentina Manuali ha firmato 32 pagine. Diciassette persone indagate e cinque società nel mirino della procura e della Forestale. Le accuse sono gravi e vanno dal traffiCo illecito dei rifiuti a delitti contro la salute pubblica fino alla frode nelle forniture pubbliche. Secondo la Procura centinaia di migliaia di euro finiti nelle tasche di chi ha bluffato su conti, analisi e tonnellate di rifiuti. A capo dell’associazione per delinquere gli investigatori mettono l’ex ad Sassaroli. In dodici dovranno difendersi dall’accusa più pesante: l’associazione per delinquere.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>