domenica 23 luglio 2017 - aggiornato alle ore 17:00        

Tuoro sul Trasimeno, figlio contro la madre con l’ascia: voleva i soldi per le slot. 50enne arrestato per lesioni gravi

carabinieri carabinieri

TUORO SUL TRASIMENO – Figlio litiga con la madre per i soldi, il fratello interviene per difendere la donna, ma finisce male. E’ successo a Borghetto di Tuoro. Due fratelli sono venuti alle mani nel corso di una lite e uno ha colpito l’altro con un’ascia ferendolo al braccio. Sul posto sono arrivati i carabinieri e un’ambulanza. L’aggressore, un 50enne, è stato arrestato con l’accusa di lesioni gravi, mentre l’aggredito è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Perugia.

L’arrestato per ragioni soprattutto economiche, recentemente si era più volte scagliato sui familiari ed in particolare verso gli anziani genitori. Chiedeva continuamente soldi ai genitori che utilizzava per giocare alle slot.

I congiunti stanchi delle continue richieste nei giorni scorsi giunti avevano trovato la forza di sporgere denuncia. Ma domenica sarebbe andato a chiedere altri soldi ai genitori, ma questa volta gli si è parato davanti il fratello minore.  I due hanno iniziato a discutere fino alle grida e poi sono venuti alle mani.  Uno per difendersi, l’altro per aggredire. Il cinquantenne si è armato di un palo di ferro, poi ha cercato di accendere una motosega e infine ha impugnato la roncola e ha colpito il fratello al braccio.

La madre, volendo separare i suoi figli, si è messa in mezzo, ma anche  lei è stata colpita al braccio. I presenti nel frattempo hanno chiamato il 118 e i carabinieri.  Sul posto sono arrivate due ambulanze e due pattuglie. Il 50enne, come detto, è stato arrestato e trasferito  in carcere a Capanne per i reati di lesioni e maltrattamenti.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta