Terni, Confartigianato: “Pochi segnali di ripresa, serve un impegno concreto dalla Regione” L'associazione di categoria lancia il grido d'allarme: "Artigiani e piccole imprese tartassati"

TERNI- Un impegno concreto da parte della nuova giunta regionale, con politiche a sostegno dell’impresa affinché quest’ultima non venga lasciata sola: a chiederlo è la Confartigianato Imprese di Terni, secondo la quale le aziende del territorio devono ancora affrontare un quadro di fragilità e con pochi segni di ripresa.
In una conferenza stampa che si è tenuta stamani il presidente dell’associazione di categoria, Giuseppe Flamini,
analizzando i vari dati sull’andamento economico della regione, ha proposto alcune linee strategiche urgenti per le imprese. In merito al fisco, ad esempio, secondo Confartigianato commercio ed edilizia, i settori più colpiti dalla crisi, non hanno percepito sgravi, ma “pesanti rincari” e serve dunque “procedere in senso inverso”.
Semplificazione, sburocratizzazione e accesso al credito più semplice, anche attraverso i Consorzi di garanzia Fidi, sono altre proposte avanzate dal presidente Flamini. Sul tema degli appalti è stato invece recentemente inviato alla presidente della Regione Catiuscia Marini e al sindaco Leopoldo Di Girolamo un documento per focalizzare le criticità, oltre al suggerimento di prendere decisioni sulla normativa.
“Come previsto anche dalle direttive europee – è stato detto – auspichiamo che le imprese del territorio vengano tenute maggiormente in considerazione nella partecipazione agli appalti pubblici e che nella valutazione degli stessi vengano valutati criteri che abbiano a che fare con la tutela dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, oltre che la sicurezza e la qualità dei lavori”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>