Trasporto disabili: M5S, Pd e Senso Civico minacciano di occupare palazzo Spada

Di nuovo acque agitate a palazzo Spada. Questa volta Movimento Cinque Stelle, Pd e Senso Civico tornano sulla questione del trasporto disabili.

Secondo i consiglieri – che minacciano addirittura di occupare Palazzo Spada – sono stati richiesti 30 euro a viaggio ai disabili e alle loro famiglie per accedere alle nuova modalità servizio.

I rappresentanti comunali – dopo aver effettuato l’accesso agli atti – hanno presentato un esposto all’anac sul bando per il trasporto disabili con i voucher.

Thomas De Luca, Valentina Pococacio, Luca Simonetti, Valdimiro Orsini e Alessandro Gentiletti – che sostiene i 4 – chiederanno «la verifica del rispetto dei principi di imparzialità e parità di trattamento tra le imprese per capire se sono stati garantiti o meno.

Insomma saranno visionati i documenti che regolano il rapporto fra chi eroga il servizio e il Comune, per verificare che i soggetti che hanno aderito al bando di Palazzo Spada, e sono stati ammessi, abbiano rispettato i requisiti richiesti e siano in grado di garantire il servizio.

Non si è fatta attendere la replica dell’assesore al Welfare e alle politiche sociali, Marco Cecconi, che dai piani alti di Palazzo Spada tuona: “Si sta alzando un polverone inutile, sarebbe più semplice, recarsi negli uffici dei servizi sociali e visionare alcune determine sul sito web del Comune di Terni”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail