Umbria Jazz Spring a Terni: buona la prima Si pensa già al 2018, Pagnotta svela le date della prossima edizione

TERNI – Dopo i risultati positivi dell’edizione zero, Umbria Jazz Spring guarda già al 2018: si terrà infatti dal 27 al 30 aprile del prossimo anno, a Terni, l’edizione uno della manifestazione diretta da Carlo Pagnotta. A rendere note le date è stato proprio quest’ultimo, nel corso della conferenza stampa organizzata stamani a palazzo Spada per tracciare il bilancio di UJS 2017, andata in scena da nei giorni scorsi. “Quest’anno – ha detto il direttore artistico – le cose sono andate abbastanza bene, ma non mi accontento. Per questo abbiamo già deciso le date per il prossimo anno, poi vedremo il programma. Abbiamo un anno di tempo per lavorare, l’entusiasmo non manca”.

La manifestazione 2018, ha sottolineato Pagnotta, si chiuderà nel giorno dell’International Jazz Day proclamato dall’Unesco, anche se non è escluso che la stessa kermesse – alla quale hanno confermato il loro sostegno anche la Fondazione Carit ed Erg – venga prolungata di un giorno, fino al primo maggio, per organizzare un concerto di piazza con un grande artista. Sempre per il prossimo anno Pagnotta ha anche proposto l’idea di istituire una borsa di studio intitolata ad Alberto Provantini, tra i promotori, negli anni ’70, della nascita di Umbria Jazz.
“Bisogna far sì che UJS diventi un’opportunità stabile per Terni, lavorando già da ora per migliorare ed offrire un quadro in linea con la storia della città” ha aggiunto il sindaco, Leopoldo Di Girolamo, definendo “soddisfacenti” i risultati dell’edizione sperimentale 2017, che ha registrato 1.800 spettatori paganti. Durante la conferenza stampa il vicepresidente della Regione, Fabio Paparelli, ha infine evidenziato i dati turistici del periodo pasquale, “tornati – ha detto – ai livelli del 2015, grazie ad un aumento del 3% degli arrivi e dello 0,2% delle presenze, con il comprensorio ternano che ha registrato la migliore performance regionale”. “Anche Umbria Jazz Spring – ha concluso – può rappresentare un nuovo inizio per Terni e per l’Umbria”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>