lunedì 23 ottobre 2017 - aggiornato alle ore 18:51        

Edifici scolastici, a Magione sono “sicuri”: investiti 2,5 milioni in 8 anni

ScuolaMagione
MAGIONE- Nessun problema per gli edifici scolastici del comune di Magione in vista della ripresa delle attività didattiche». A comunicarlo è l’assessore ai lavori pubblici del comune di Magione, Nazareno Annetti. «Riteniamo giusto – spiega – tranquillizzare le famiglie magionesi in vista della riapertura dell’anno scolastico visto il dibattito che si sta aprendo a livello regionale a causa delle situazioni di criticità in cui si trovano alcune scuole dell’Umbria».

«L’amministrazione comunale – prosegue – ha sempre investito molto sull’edilizia scolastica ritenendola uno dei punti qualificanti del proprio operato». « L’intervento di maggior rilievo economico e tecnico ha riguardato l’edificio della scuola materna ed elementare di via della Ripa del capoluogo, per il quale un finanziamento regionale di circa 1.200.000 euro ha consentito negli anni 2009/2010 di effettuare un rilevante miglioramento sismico e funzionale dell’edificio . Inoltre, tra gli investimenti effettuati negli ultimi cinque anni, ricordo i lavori conclusi nel 2014 sull’edificio scolastico di San Feliciano di Magione, che ospita scuola materna e elementare.  Gli interventi, per un costo complessivo di 220mila euro finanziati dalla Regione dell’Umbria, riguardarono la realizzazione di nuove aule, l’abbattimento delle barriere architettoniche. L’ampliamento del plesso scolastico di Villa/Soccorso, per dotare la struttura  di nuove aule e servizi per complessivi 300.000, ha consentito di razionalizzare al meglio gli spazi interni per migliorare la didattica e accogliere nuove richieste di aumento della popolazione scolastica. Tra le opere di maggior rilievo è certamente da ricordare la completa ristrutturazione della scuola di Agello lesionata a seguito del terremoto del 2009. Un grande impegno economico per l’Amministrazione sia per quello che riguarda la ristrutturazione, per la quale sono stati impiegati 650mila euro, che per la gestione, nella maggior frazione comunale, di un plesso a tempo pieno, di grande valore sia educativo che di sostegno ai genitori che lavorano».

«Nel 2015 – ricorda ancora Annetti – in conseguenza del liberarsi di alcuni spazi per lo spostamento del servizio mensa nei nuovi locali della Cir, il plesso di Magione capoluogo, sono state realizzate nuove aule per le attività didattiche, per un costo a carico del Comune, di circa quarantamila  euro. Sono inoltre in programma i lavori di un ulteriore ampliamento dell’edificio scolastico di Villa e Soccorso  «Il progetto – prosegue Annetti – seguito dall’area lavori pubblici del comune, prevede la sopraelevazione dell’attuale edificio scolastico per realizzare tre nuove aule e servizi per consentire, visto l’aumento nei prossimi anni della popolazione scolastica delle due frazioni, di poter svolgere l’attività didattica in luoghi adeguati».

«A questo – conclude – ci sono da aggiungere i lavori fatti per l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili con l’installazione di pannelli fotovoltaici in quasi tutte le scuole oltre alla realizzazione di aule multimediali, che sono la dimostrazione dell’interesse che l’amministrazione comunale pone al settore dell’edilizia scolastica ed educativo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta