giovedì 14 dicembre 2017 - aggiornato alle ore 23:30        

Gualdo Tadino esempio di buone prassi per l’integrazione in un convegno

INVITO 15 dicembre

GUALDO TADINO – La città della Ceramica come esempio per le buone pratiche dell’accoglienza. Di questo si parlerà al convegno organizzato dal Comune insieme ad Arci Solidarietà Ora d’Aria Onlus e al Museo regionale dell’Emigrazione dal titolo “Emigrazione ed accoglienza – il caso di Gualdo Tadino: le buone prassi d’integrazione”.

L’appuntamento è per venerdì 15 dicembre alle 17.30 presso il museo civico Rocca Flea. A moderare Catia Monacelli, direttore del Museo regionale dell’Emigrazione. Porterà i saluti Massimiliano Presciutti, sindaco di Gualdo Tadino. Intervengono Franco Calzini, Presidenza Arci Umbria, Saikou Kinteh, Mediatore culturale Arci, Gianluca Graciolini, Coordinamento Arci Solidarietà Ora d’Aria Onlus, Suor Elisa Carta, Direttore Caritas Diocesana Assisi, Nocera Umbra, Gualdo Tadino, Raffaele Cannizzaro, Prefetto di Perugia.

Sarà presentato il volume “I dimenticati. Da colonizzatori a profughi, gli italiani in Libia dal 1943-1974  Luigi Scoppola Iacopini, Foligno, Editoriale Umbra”. Coordina Alberto Sorbini, Direttore Isuc con gli interventi di Dominique Bendo Soupou, Docente, esperto Relazioni Internazionali;  Maria Donzelli, Presidente Peripli Culture e Società Euromediterranee; Alla presenza dell’Autore Luigi Scoppola Iacopini.

 Al termine Festa dell’Accoglienza e cena presso Mathreex Center, Via Flaminia.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia una risposta